Un antico e delizioso borgo fra spettacolari Rocche e vigneti di pregio

Nella piazza principale del comune di Santo Stefano Roero lo sguardo è catturato immediatamente dalle Rocche, che costituiscono l’elemento paesaggistico più peculiare del paese. Si tratta di un antichissimo fenomeno geologico di erosione, che continuando ancora oggi influenza il paesaggio, la cultura e il territorio.

L’antico borgo di Santo Stefano ospitò in tempi remoti insediamenti liguri, romani e longobardi. Storicamente fu citato per la prima volta nel 1065: i possessi infra castro de Sancti Stephani passarono in quell’anno da Adelaide di Susa alla Chiesa di Asti, e nei secoli successivi ai Conti di Biandrate che eressero una perduta torre medievale. Il paese assorbì parte dei possedimenti della vicina cittadina di Anterisio quando questa fu distrutta dai potenti eserciti astigiani, e poi passò di mano dai Biandrate ai Roero. Anche il nome cambiò, mutando da Santo Stefano de Astixio a Santo Stefano Roero.

Nei dintorni della cittadina si trova il Sentiero del Gioco, uno dei sentieri naturalistici dell’Ecomuseo delle Rocche: si parte dal centro città e ci si lascia meravigliare dalle Rocche e dai pregiati vigneti.
Da vedere in città la chiesa di Santa Maria del Podio, la chiesa di San Bernardino, e poco fuori dal paese la chiesa di San Michele, che ospita degli inediti affreschi del Settecento.

VEDI I SENTIERI
SCHEDA TECNICA
Torna alla mappa
TORNA ALLA MAPPA